Moneta Complementare – Introduzione ed analisi

chimgauerLe valute complementari sono strumenti di scambio con cui è possibile effettuare determinate operazioni solitamente svolte dalla valuta di monopolio (rispetto alla quale sono complementari). Solitamente le monete complementari non hanno corso legale e sono accettate su base volontaria, ciò contribuisce al loro aspetto identitario, cioè al loro identificare la comunità all’interno della quale sono usate alla stregua dei vantaggi di una tessera associativa. Esistono al mondo oltre 5000 monete complementari o sistemi di scambio merce e servizi regolati da una moneta virtuale. Questi hanno ormai abbandonato l’espressione “esperimento” in quanto sono diventati a tutti gli effetti, degli strumenti molto utilizzati in diversi paesi del mondo.Il mercato di riferimento è quello della moneta complementare/locale e del Barter Multilaterale. Lo scopo di questo mercato è creare un mezzo di scambio complementare (ovviamente non sostitutivo) alla moneta di corso legale, con cui fornire accesso al credito per promuovere lo sviluppo sociale di un territorio , grande o piccolo che sia. Anche in Italia il fenomeno sta per esplodere, accelerato sicuramente dagli effetti di una dura crisi economica, dalla scarsa disponibilità di liquidità nelle aziende e da un credit-crunch perpetuato dagli istituti di credito. Esistono diverse società operanti in questo settore che stanno, ad oggi, raggiungendo importanti traguardi. Vi sono infatti: aziende che utilizzano la moneta complementare solo a livello informatico per elaborare camere di compensazione debiti crediti rivolte alle PMI ed associazioni/cooperative, altre invece che distribuiscono a livello cartaceo banconote aventi carattere di buoni sconto rivolte per lo più al mercato consumer. Personalmente reputo la moneta complementare uno strumento efficace, sicuramente non la panacea . Esse vanno sostenute con forza partendo dalle imprese locali per poi essere abbracciate dalle istituzioni ed infine allargate ai cittadini privati.

In questo sito ci saranno continui aggiornamenti su questo argomento poiché io stesso sono promotore di un progetto che vede come protagoniste la moneta complementare sul territorio calabrese. La storia , le sperimentazioni effettuate, ed i risultati ottenuti anche sul territorio italiano, hanno reso particolarmente attrattive queste nuove politiche economiche.

La riflessione che mi ha spinto ad approfondire la storia e l’uso delle monete complementari risale a qualche anno fa, in coincidenza delle prime avvisaglie della crisi economica globale che attanaglia particolarmente la nostra nazione. La mia attenzione si è rivolta sulla perdita della Sovranità nazionale registrata dal nostro paese ma anche dalla maggior parte dei paesi europei, sostituita da una politica stringente e di austerità professata dall’ Unione Europea. Tale grave perdita associata all’estrema finanziarizzazione dell’economia ha generato la grave crisi del credito e della moneta Euro, quest’ultima viziata nella forma e nella sostanza fin dalla sua creazione.

Uno spunto importante per i miei approfondimenti deriva da Banca Wir, alla quale dedicherò un articolo descrittivo più approfondito. Un altro contributo è stato lo studio dell’economista John Maynard Keynes, personaggio di spicco nel panorama economico mondiale nel periodo del dopoguerra, ed il suo sistema basato sulla  compensazione.

About the Author

Imprenditore e fondatore di Ethic Capital S.r.l. e dello start up brand Medex nell'ambito di circuiti di credito commerciale in Calabria. Nato a Reggio Calabria il 10/7/1975. Questo è un blog indipendente, dove Francesco Agostino e gli altri autori esprimono un loro pensiero su temi di Economia, Politica, Start-up, Innovazione e soprattutto Moneta Complementare, liberi da ogni ideologia politica.