Periscope: la app che ti cambia la vita, forse…

Periscope. Cos’è’ e perché potrebbe diventare un’app rivoluzionaria. Parliamo di “Life” e non solo live streaming, video in diretta quindi dal proprio smartphone. Come tutti il mio primo pensiero si è soffermato sul mondo del giornalismo che oggi ha la possibilità di trasformare il proprio smartphone in una telecamera in rete capace di inviare una diretta vera e propria. Ma c’e molto di più. Periscope, acquistata da Twitter per 100 milioni di dollari, ha esordito sugli smartphone apple e da qualche giorno  disponibile anche per i dispositivi android. Ed è subito boom. Periscope risulta essere l’app più scaricata dell’ultimo periodo. La mania della condivisione social da oggi ha un nuovo strumento, più potente e più diretto. Ho parlato di “Life streaming” perchè si tratta di mettere online ed in diretta spezzoni della propria vita. I primi utilizzatori  parlano ormai di “dipendenza” da Periscope. Il suo utilizzo social è infinito. Vedi gente che riprende la sua quotidianità, da quello che fa vedere l’interno del proprio frigorifero a quello che riprende la sua corsetta mattutina, dal professore o conferenziere che manda in live i suoi interventi in aula a chi si reca dal dentista per un’estrazione. La propria vita ed i propri cazzi, dico io, lanciati nell’etere disponibili alla visione di perfetti sconosciuti o da una cerchia di amici. Ovviamente c’e’ spazio anche per gli appassionati di porno ed erotismo (quelli ci sono sempre). Non mancano infatti dirette osé, prelibatezze per i milioni di voyer presenti in rete.

Molte aziende adesso si interrogano su come sfruttare questo nuovo strumento, staremo a vedere.

Come funziona Periscope

All’avvio di Periscope è necessario effettuare il login con le credenziali di Twitter. Appare quindi un elenco di live stream e gli stream più recenti, molti dei quali possono essere rivisti. L’utente può invitare i follower a seguire lo stream in diretta e i follower ricevono una notifica quando inizia il live. Il rischio però è quello di essere sommersi dalle notifiche, fortunamtamente però è possibile disattivarle. La condivisione del link su Twitter può essere pubblica (ed essa include tutti i follower) oppure è possibile aprire una sessione privata. Nell’ultimo caso, l’app permette di scegliere i follower che possono seguire lo streaming in diretta. Gli utenti quindi gli “spettatori” possono esprimere il loro gradimento per la diretta, utilizzando i cuori, che verranno mostrati quando l’utente tocca lo schermo, il così detto tap the touchscreen.

Per utilizzare Periscope è necessaria una buona connessione anche se l’app adatta sempre la qualità dei video in base alla qualità della rete usata dall’utente. Questa è una buona formula per ridurre al minimo gli eventuali tempi di latenza.

Insomma la tecnologia va sempre avanti, ma la nostra economia fatica a starle dietro.

About the Author

Imprenditore e fondatore di Ethic Capital S.r.l. e dello start up brand Medex nell'ambito di circuiti di credito commerciale in Calabria. Nato a Reggio Calabria il 10/7/1975. Questo è un blog indipendente, dove Francesco Agostino e gli altri autori esprimono un loro pensiero su temi di Economia, Politica, Start-up, Innovazione e soprattutto Moneta Complementare, liberi da ogni ideologia politica.